Repressione e solidarietà

Repressione, news e solidarietà

Islanda - Azioni di solidarietà contro la repressione in Italia

riceviamo e pubblichiamo:

Action at the italian and french embassies in Reykjavik, Iceland...
Solidarity and anarchy!
the Hobos

Azione all'ambasciata italiana e francese a Reykjavik, Islanda...
Solidarietà e anarchia!
Hobos

Guarda le foto [1] [2]

Gio, 30/07/2009 – 07:51

Perquisizioni agli antifascisti!

Il primo maggio 2008 una banda di fascisti della Verona bene, componenti delle ronde veronesi uccidono un ragazzo colpevole di capelli lunghi ed orecchino.

Questi fascisti, coccolati dal sindaco leghista Tosi, bramosi di sangue ed ordine, uccidono spinti da quell'odio xenofobo finanziato e sostenuto culturalmente da tutti i partiti parlamentari. Lo stesso odio che vivono ogni giorno sulla loro pelle gli immigrati.

 

Il 17 maggio 2008 in risposta all'omicidio di Tommasoli si è svolta a Verona una manifestazione antifascista.

Mar, 28/07/2009 – 07:04

Perquisizioni in diverse città

riceviamo e pubblichiamo

Perquisizioni in diverse città.
Nella mattina di giovedì 23 Luglio la DIGOS di Verona ha effettuato 15 perquisizioni in diverse città: Verona; Padova; Treviso; Venezia; Trento; Rovereto; Brescia; Bergamo; Torino; Genova.
Undici compagni sono stati denunciati per i reati di: travisamento; porto di oggetti atti ad offendere; danneggiamento aggravato; fabbricazione, detenzione, porto ed esplosione di congegno micidiale.
Le operazioni, coordinate dal pubblico ministero Carlo Villani, riguardano fatti che sarebbero avvenuti durante la manifestazione dell’otto Maggio 2008, indetta in seguito all’uccisione di Nicola Tommasoli da parte dei fascisti di Forza Nuova.

Sab, 25/07/2009 – 21:15

Verona - Perquisizioni

L'abitazione di un compagno di Verona è stata perquisita e alcuni indumenti sequestrati. Pare sia in corso un'indagine, che vedrebbe coinvolti altri 10 compagni, riguardante il corteo antifascista per l'assassinio di Nicola Tommasoli

Seguiranno aggiornamenti

 

Gio, 23/07/2009 – 22:44

Firenze - Brrr e Wow

Scarica il manifesto

BRRR e WOW

«Fine della Neolingua non era soltanto quello di fornire un mezzo di espressione per la concezione del mondo e per le abitudini mentali proprie dei seguaci del Socing, ma soprattutto quello di rendere impossibile ogni altra forma di pensiero. Era sottinteso come, una volta che la Neolingua fosse stata definitivamente adottata, e l’Archeolingua, per contro, dimenticata, un pensiero eretico (e cioè un pensiero in contrasto con i principi del Socing) sarebbe stato letteralmente impensabile, per quanto almeno il pensiero dipende dalle parole con cui è suscettibile di essere espresso».
(1984, George Orwell)

Matteo Renzi, neosindaco di Firenze, non è solo uno di quei sempiterni allegroni convinti che viviamo nel migliore
dei mondi possibili. Egli è anche un creativo. Oltre ad essere persuaso che gli esseri umani debbano vivere per
lavorare e lavorare per vivere, si cura di anestetizzare ogni espressione che possa venire a turbare questa demenziale convinzione imposta come Verità Assoluta. La servile arte di rendere gradevole ciò che è intollerabile ha trovato in lui l’ennesimo zelatore.

Per i militari, le guerre che nel mondo fanno strage di popolazioni civili diventano «missioni umanitarie di pace».
Per gli avvelenatori istituzionali, le discariche che inquinano intere regioni sono «stazioni ecologiche».
Per i padroni, gli sfruttatori che si arricchiscono sulla fatica altrui sono i «datori di lavoro».
Per i governanti, il rispetto che i ricchi nutrono per la miseria dei poveri e che i poveri nutrono per il lusso dei ricchi si chiama «coesione sociale».
Per i politici, lo stile di vita di chi vuole fare a meno della carriera, del commercio, della televisione e del potere corrisponde al «degrado urbano».
Allo scopo di abolire quanto potrebbe minacciare la pace che regna nel paradiso dei mercati e dell’obbedienza, si apportano modifiche al vocabolario, coniando nuove definizioni in grado di sostituire quelle vecchie ormai screditate.

Se ad ogni parola corrisponde una cosa, l’introduzione di una nuova parola per indicare una vecchia cosa serve a mutarne la percezione, rovesciandone il significato. Ecco perché il buon Renzi si è dichiarato contrario alle «ronde» (brrr, che indelicato rigurgito fascista!) ma favorevole alle «sentinelle della bellezza» (wow, che fantastica novità progressista!). Perché vuole sì adeguarsi alle direttive in materia di sicurezza emanate da un governo centrale reazionario e razzista, ma non vuole apparire il rappresentante locale di un governo reazionario e
razzista. Che il capoluogo toscano si riempia pure di squadristi, ma – per carità – usiamo un soave eufemismo.

La vera bellezza non ha sentinelle, ha solo amanti. E l’amore è folle, non fa calcoli, è eccessivo. Non obbedisce a leggi e a codici, li infrange. Non indossa uniformi, ama la libertà. È un’avventura che non conosce sicurezza. Agli aspiranti poliziotti, italiani e stranieri, che da settembre deturperanno le strade di Firenze, auguriamo notti d’inferno.


alcuni amanti della bellezza

Gio, 23/07/2009 – 22:24

Siena - Carabiniere uccide ladro in fuga

Questa la versione riportata dai media:

(ANSA) - SIENA, 20 LUG - Un carabiniere ha ucciso con un colpo di pistola un ladro albanese di 27 anni che lo aveva ferito con una coltellata dopo un inseguimento. I CC avevano intercettato un'auto, risultata rubata, con 3 uomini a bordo: 2 sono fuggiti, il terzo ha ferito con un coltello un brigadiere che ha sparato colpendolo a una gamba.L'uomo e' morto per un'emorragia. L'episodio, nella zona commerciale di Sinalunga da tempo controllata per numerosi furti. Durante una perlustrazione i CC hanno intercettato l'auto.

Gio, 23/07/2009 – 21:33

Ferrara - Trovato Gps in auto anarchico

La serata di mercoledì è stata protagonista del ritrovamento di un rilevatore Gps nell'auto di un anarchico ferrarese. L'auto, parcheggiata davanti casa di amici, verso le 23,30 è stata fatta oggetto delle attenzioni di quattro loschi figuri (due in macchina, uno a piedi che continuava a telefonare e uno che smanettava sotto il veicolo del compagno), a dire il vero un po' goffi e sbadati. Durante la loro azione sono stati visti da più persone che hanno riferito al padrone dell'auto dell'accaduto. Un rapido esame del parafanghi posteriore ha portato alla luce un un simpatico giocattolino che il giorno dopo è stato restituito ai legittimi proprietari (digos), non esattamente nelle condizioni in cui è stato trovato...

Mar, 21/07/2009 – 21:58

Argentina - Torturati compagn@ solidali con Freddy e Marcelo

Torturati compagn@ solidali con Freddy e Marcelo

Martedì 14 luglio compagn@ di varia provenienza (Francia, Cile e Argentina) sono stati imprigionati, torturati e minacciati per diverse ore dagli sbirri del commissariato di Neuquén (Argentina) per il solo fatto di aver visitato in carcere Freddy e Marcelo. Non è un fenomeno isolato visto che, da quando i nostri cari compagni Freddy e Marcelo sono prigionieri, si susseguono tentativi di strappare sotto tortura confessioni su ipotetici piani terroristici internazionali.

Dom, 19/07/2009 – 13:50
Mer, 22/11/2006 – 13:02
Condividi contenuti
tutti i contenuti del sito sono no-copyright e ne incentiviamo la diffusione