Repressione e solidarietà

Repressione, news e solidarietà

Usa - Richiesti campioni di DNA per indagine su attivisti animalisti

fonte: infoshop.org

Verso la fine di settembre tre individui sono stati visitati da agenti dell’FBI, recatisi presso le loro case per richiedere campioni di DNA. Gli sbirri federali accompagnavano la richiesta con un mandato riguardante un’indagine su una “atto terroristico contro l’industria animale” ovvero la violazione dell’”Animal Enterprise Terrorism Act".

Un'altra persona è stata raggiunta da un mandato di comparizione davanti al grand jury federale. Il mandato è stato notificato mentre era a passeggio con gli amici nel centro di Santa Cruz.

Dom, 12/10/2008 – 11:55

Comunicato del Soccorso Rosso Internazionale su repressione comunisti

Terza delegazione SRI a Milano in solidarietà con i/la compagni/a sotto
processo

Cari/e compagni/e
È la terza volta che la commissione per un SRI organizza una delegazione internazionale
davanti alle porte del tribunale e nell’aula della giustizia di classe per salutare i compagni e la
compagna sotto processo dopo l’attacco controrivoluzionario “Tramonto” del 12.2.07
E non sarà l’ultima volta che portiamo in strada e nelle aule la nostra solidarietà di classe
internazionale. In questo senso siamo molto d’accordo con i compagni del PC p-m che dicono
nel loro documento politico, in solidarietà con i compagni sotto processo a Berlino, con

Dom, 12/10/2008 – 10:44

Cronache della 10a e 11a udienza del processo agli arrestati del 12/02/07

Cronaca 10a e 11a udienza del processo in corso a Milano contro
i compagni e la compagna arrestati lo scorso 12/02/2007.

Il 6 ottobre, dopo la pausa estiva, è ripreso il processo ai compagni arrestati con l’operazione “Tramonto”.

Fuori dall’aula, più di 150 persone, tra cui molti compagni in nutrite delegazioni da Svizzera, Spagna, Belgio hanno fatto sentire la loro calda solidarietà con interventi, slogans, striscioni, sostegno che si è fatto sentire anche dentro l’aula, tra pugni chiusi e cori internazionalisti. Una presenza molto significativa che ha mostrato come il tentativo di criminalizzare la solidarietà internazionale, culminato con gli arresti il 6 giugno scorso di 5 compagni in Belgio appartenenti al Soccorso Rosso di quel paese (ora tutti liberati), invece che fermare la solidarietà la ha estesa.

Dom, 12/10/2008 – 10:39

Lecce - Minacce via sms all'avvocato degli anarchici

fonte: la Gazzetta del Mezzogiorno

Lecce, minacciato con un sms
difensore gruppo di giovani anarchici

LECCE - È stato minacciato con un messaggio al suo cellulare, perchè abbandonasse l'incarico a pochi giorni dal processo di appello, l'avvocato leccese Marcello Petrelli, di 53 anni, difensore del gruppo di giovani anarchici presunti responsabili di una serie di azioni compiute negli anni scorsi contro l'ex Centro di permanenza temporanea di San Foca, 'Regina Pacis', oltre che contro la Curia leccese, e alcune multinazionali. Il messaggio, inviato probabilmente da una cabina telefonica di Lecce, riportava la frase «Avvocato stai attento che quando vuoi capisci.

Gio, 09/10/2008 – 11:41

Palermo - Giovani in rivolta contro la polizia

fonte: lasicilia.it

PALERMO - Auto incendiate e sassaiole contro le forze dell'ordine sono state segnalate ad Albergheria, il quartiere di Palermo in cui vivevano due ragazzi di 17 anni morti mercoledì scorso in un incidente stradale mentre cercavano di sfuggire a volanti della polizia.

Un gruppo di giovani ieri sera ha incendiato alcuni cassonetti dell'immondizia e due automobili parcheggiate. La situazione è stata tenuta sotto controllo da polizia e carabinieri che però, al momento di intervenire, sono stati bersagliati con sassi e bottiglie. Mezzi delle forze dell'ordine sono stati danneggiati dalla sassaiola, scatenatasi in gran parte in via Mongitore. Gli agenti hanno bloccato due giovani per identificarli.

Mar, 07/10/2008 – 22:16

Usa - Esercitazioni mediatiche repressive | Green Scare

Dal laboratorio repressivo degli Stati Uniti.

Due settimane fa è stata realizzata un’esercitazione per le truppe speciali della polizia.
Scenario urbano, un ostaggio da liberare, niente di strano.

Lo scenario è l’università di Berkley, l’ostaggio è un ricercatore (leggesi vivisettore) e a questo punto potete indovinare un po’ chi sono i cattivi… feroci terroristi animalisti.

La funzione di questa esercitazione è duplice. Non riguarda certo il reale addestramento degli sbirri perché, primo non ci sono ancora mai stati ostaggi di ecologisti radicali o animalisti, secondo qualora vi fossero le autorità si comporterebbero come con qualunque altro rapitore armato.

Mar, 07/10/2008 – 00:46

Napoli - Arrestato un compagno per i fatti di Pianura

Nello scorso dicembre di fronte all’imposizione della riapertura della discarica di Pianura la gente del luogo decideva di resistere. Ribadiva a testa alta che il proprio territorio non era in vendita, che non avrebbero accettato l’ ulteriore devastazione delle proprie vite, che nessuno puo’ decretare la morte di una comunità mascherandosi dietro ragioni di emergenza e di profitto.

Da questa mattina un nostro compagno anarchico, Tonino, è agli arresti domiciliari nell’ ambito dell’ inchiesta sulla resistenza della popolazione di Pianura.

Questa inchiesta mira a criminalizzare qualunque forma di dissenso mediante il vecchio gioco del “divide et impera”, da una parte i buoni, i bravi cittadini, dall’altra i facinorosi, gli infiltrati tra la gente che cercano solo lo scontro per lo scontro.

Mar, 07/10/2008 – 00:06

Canada - Quartiere in rivolta contro la polizia

9 agosto 2008 Canada, Montreal Fredi Villanueva, un ragazzo, è fuori con gli amici e il fratellino. Dal nome si intuisce l'origine ispanica. Un poliziotto si sente minacciato e punta l’arma sul gruppo. I ragazzi continuano a gridare al poliziotto che spara a Fredi uccidendolo sul colpo. La notizia arriva alla madre, la notizia arriva al padre, la notizia arriva alla sorella, la notizia arriva al quartiere, che insorge. Fuoco a decine di auto e furgoni. Centinaia di persone per le strade, contro la polizia. L’antisommossa circonda il quartiere, i pompieri hanno grosse difficoltà a entrare. Una madre del quartiere dice: dopo oggi ho spiegato a mio figlio, quando vedi un poliziotto non ti fidare, scappa! fonte: nationalpost.com

Lun, 06/10/2008 – 20:45
Mer, 22/11/2006 – 13:02
Condividi contenuti
tutti i contenuti del sito sono no-copyright e ne incentiviamo la diffusione