Migranti

Informazioni, ribellioni sui Centri di Permanenza Temporanea e sui Migranti

Torino - Appello per tre giornate di discussione e lotta contro frontiere e dispositivi concentrazionari

da macerie

Bruciare le frontiere ogni giorno

TRE GIORNI DI DISCUSSIONI E LOTTA


Da Idomeni a Calais arrivano immagini di persone che premono per passare frontiere sempre più chiuse. Contemporaneamente gli Stati europei mettono in campo una ristrutturazione nella gestione interna dell'immigrazione attraverso nuove strutture di smistamento e acuendo il controllo nelle strutture della detenzione amministrativa. 

Sab, 30/04/2016 – 16:30

Trentino Alto Adige - Blocchi contro la frontiera al Brennero

Apprendiamo da mail anonima e diffondiamo:

Due notizie taciute dai media.

La mattina del 24 aprile sono stati bloccati con catena e striscione i treni della ferrovia tra Bressanone e l'Austria, nella turistica Val Pusteria.

Rovereto, verso le 19 del 27 aprile (giorno della conferenza della polizia austriaca al Brennero) un gruppo di nemici delle frontiere ha bloccato
con striscione e catena tra i guardrail l'autostrada A22 in direzione Brennero.

Erigete barriere? Blocchiamo tutto!

Ven, 29/04/2016 – 22:11

Barriera al Brennero: la polizia austriaca presenta il programma

Riceviamo e diffondiamo il seguente contributo di aggiornamento sul ripristino della frontiera al Brennero

Ven, 29/04/2016 – 21:58

I CIEli bruciano [opsucolo]

Riceviamo e diffondiamo un opuscolo di analisi e descrizione dell'indotto che ruota attorno ai dispositivi concentrazionari per la gestione dei flussi migratori.

I CIEli bruciano - Dei Centri di Identificazione ed Espulsione e di coloro che ne permettono il funzionamento [pdf - 7.17 Mb ]

Ven, 29/04/2016 – 21:36

Barriera al Brennero: iniziati i lavori

Riceviamo e diffondiamo:

Barriera al Brennero: iniziati i lavori

Lun, 18/04/2016 – 19:43

L'hotspot e Taranto: la frontiera è ovunque

Riceviamo e diffondiamo:


LA FRONTIERA E' OVUNQUE
(L'hotspot e Taranto)



Non c'è modo di capire cosa sia l'hotspot di Taranto senza guardare le strade pattugliate, la stazione presidiata da telecamere delle tv locali e nazionali e i buoni samaritani con le pettorine delle associazioni, le guardie sui treni, gli autobus urbani tramutati in nastri trasportatori di merce umana. Il nervosismo della sbirraglia che chiede i documenti a chi osa guardare oltre i doppi cancelli per cercare gli occhi di chi è recluso.

Gio, 14/04/2016 – 15:24

Torino - Appello alla presenza sotto il CIE contro i tentativi di spezzare la solidarietà con i reclusi in lotta

Segue un appello alla presenza sotto il CIE di Torino il 10 aprile per contrastare i tentativi della questura di impedire la solidarietà con i reclusi in lotta:

Mar, 05/04/2016 – 10:59
Gio, 14/12/2006 – 12:27
Condividi contenuti
tutti i contenuti del sito sono no-copyright e ne incentiviamo la diffusione