Comunicato di solidarietà a Costa, Silvia e Billy da EmpatiaAnimale

Comunicato di solidarietà a Costa, Silvia e Billy

Il 15 aprile scorso tre amici e compagni sono stati arrestati a Zurigo con pensanti accuse (detenzione di materiale vario atto a sabotare una multinazionale bio e nanotecnologica).
Non ci interessa entrare nel merito di ciò che è trapelato dai media in questi giorni ed è presto per capire come si delineerà una situazione che si fa avversa nei loro confronti. Di certo non abbiamo bisogno di sapere da
chi non li conosce come noi, chi sono e cosa anima Costa, Silvia e Billy...ognuno nella sua bella e intensa individualità.
Per noi sono innanziatutto tre di noi...persone con cui condividiamo tanto, persone i cui percorsi si intrecciano da anni con i nostri per una questione di comuni sensibilità.
Quante iniziative e quanti confronti hanno impreziosito i nostri rapporti...quanti già avvenuti forzati allontanamenti hanno rafforzato i nostri legami anche nella reciproca distanza...
Dopo una loro recente, ennesima disavventura repressiva, ci dicevamo quanto in passato fosse venuto a mancare il supporto non tanto dei cosiddetti movimenti anarchici, ecolgisti e animalisti in cui militano.
Constatammo piuttosto che non si era riusciti a portare a conoscenza delle loro storie di resistenza anche e soprattutto coloro i quali ancora stentano ad unirsi alle lotte di liberazione dalla discriminazione e dallo
sfruttamento.
Con questo ricordo di un'incompiutezza, il gruppo di antispecisti libertari EmpatiAnimale desidera da oggi in avanti raccontare cosa sta succedendo loro, ora che sono detentuti in un carcere (e chissà per quanto tempo a venire): vorremmo che sempre più persone percepissero quale peso eccessivo si portano sulle spalle coloro i quali cercano di reagire ai poteri forti. Desidereremmo che si comprendesse come lasciare soli a battersi i più determinati contribuisce ad inasprire le loro condanne.  La prigione fisica di Costa, Silvia e Billy, così come quella degli
animali rinchiusi negli allevamenti e nei laboratori...dovremmo sentirla come anche la nostra, quanto meno a livello mentale. Non ci può essere libero vivere individuale se la collettività è nel suo insieme sedotta e
venduta, schiava e prigioniera.
Per quanto non sia facile definire il concetto di responsabilità e descrivere un comportamento responsabile, possiamo considerare che oltre alla responsabilità personale verso la nostra vita  esiste una responsabilità sociale che abbiamo l'uno verso l'altro. Riappropriamoci dello spazio necessario a condividere...avviciniamoci ai
nostri compagni animali umani e non umani che stanno pagando nella solitudine e nella privazione una realtà di dominio generalizzato costruito sull'assoggettamento del 'rivoltoso' e del 'diverso'.

Libertà per tutti è possibile, nel dolore e nella felicità che si trovano in ogni cammino di sua ricerca.
Libertà per Costa, Silvia e Billy...affinchè questa frase non si (e ci) riduca a freddo slogan di circostanza, ma diventi un'ispirazione profonda ad ascoltar la voce sopìta dei 'meno forti, meno potenti, meno abbienti'...di quelli che di solito chiamiamo "gli altri" senza capire che forse è di un comune 'noi' che abbiamo bisogno.

*Fate girare la notizia dell'arresto di tre attivisti per la liberazione animale e umana.

*Se volete scrivergli, ricordiamo che tutto verrà tradotto in tedesco dalla censura e che la procura federale che sta indagando legge tutto con molto interesse...

Per contattarli:

Silvia Guerini
c/o
Regionalgefängnis Biel
Spitalstrasse 20
2502 Biel/Bienne, Switzerland

Costantino Ragusa
c/o
Regionalgefängnis Bern
Genfergasse 22
3001 Bern

Luca Bernasconi
c/o
Regionalgefängnis Thun
Allmendstr. 34
3600 Thun

*Per chi volesse spedire libri, ricordiamo che i libri devono essere spediti incelofanati allo stesso indirizzo.

*Per fare versamenti il numero di conto corrente in Italia è:
         
c.c.p. 93785582 intestato a Benedetta Galante, per bonifici bancari codice
IBAN    IT79T0760110700000093785582   /  Specificando nella causale per arresti Costa, Silvia e Billy

                                    
Vi terremo aggiornati sugli sviluppi all'indirizzo web  empatia.noblogs.org

Mar, 04/05/2010 – 15:42
tutti i contenuti del sito sono no-copyright e ne incentiviamo la diffusione